Due nuovi partner nella practice di arbitrati internazionali
25 luglio 2017

BonelliErede annuncia il consolidamento della practice di arbitrati internazionali con l’ingresso di due nuovi partner a partire dal primo settembre 2017: Laurence Shore e Andrea Carlevaris.

Laurence Shore è stato partner di Herbert Smith Freehills, di cui guidava il practice group di diritto internazionale pubblico, operando presso la sede di New York. Da tempo rappresenta importanti gruppi internazionali in procedimenti arbitrali commerciali e di investimento innanzi alle principali istituzioni, tra le quali l’ICSID (Centro arbitrale della banca mondiale per le controversie di investimento), l’ICC Court of Arbitration (Parigi), la London Court of International Arbitration, il Singapore International Arbitration Centre, l’American Arbitration Association, il Cairo Regional Centre for International Commercial Arbitration e l’Istituzione Arbitrale delle Camere svizzere, nonché in procedimenti ad hoc secondo le regole UNCITRAL. Innanzi alle stesse camere agisce frequentemente anche come arbitro. Laurence Shore è ammesso al Bar di New York, District of Columbia e al Bar della Virginia ed è inoltre solicitor presso la Senior Court of England and Wales. Laurence Shore assumerà la guida, insieme ad Antonio Crivellaro, della practice di arbitrati internazionali e sarà basato a Milano.

Per Andrea Carlevaris, si tratta di un ritorno in BonelliErede, dove era già stato partner dal 2009 al 2012, anno della sua nomina a Segretario Generale della Corte Internazionale di Arbitrato della Camera di Commercio Internazionale (ICC) di Parigi, il più importante organismo mondiale di amministrazione degli arbitrati internazionali. In quel ruolo, da settembre 2012 a maggio 2017, Andrea Carlevaris ha supervisionato oltre 800 nuovi procedimenti arbitrali all’anno, coordinando un team di oltre 100 persone in tre diversi continenti. Andrea Carlevaris, che negli scorsi anni ha anche agito come arbitro, sarà basato a Parigi presso gli uffici di Bredin Prat, studio membro della rete dei “Best Friends”, e nella sede di Milano di BonelliErede.

L’ingresso dei due partner rafforza il team arbitrati di BonelliErede, che si compone di oltre 20 professionisti, di cui 8 partner e 1 of counsel. Molti di questi professionisti possono vantare esperienze e formazione in diverse aree giuridiche. All’interno della practice di arbitrati internazionali di BonelliErede, infatti, convergono le migliori conoscenze in un ampio spettro di materie, dagli appalti, alle operazioni di M&A, alle joint venture, al diritto societario, alle telecomunicazioni, all’energia, ai contratti commerciali e alle controversie tra investitore estero e Stato ospite, tutte aree caratterizzate da una forte connotazione internazionale.

Inoltre, molti prefessionisti del team hanno abilitazioni in più giurisdizioni. Questo consente a BonelliErede di agire in procedimenti regolati da ordinamenti giuridici aventi differenti origini legali e conformemente a diverse regole procedurali. Il gruppo arbitrati di BonelliErede è stato coinvolto in casi riguardanti non solo l’Europa, ma anche l’Africa, l’America del Nord, l’America latina, il Medio Oriente e l’Asia.

Grazie al suo team, BonelliErede può dunque vantare una esperienza pluri-decennale e unica nel campo degli arbitrati internazionali. È infatti riconosciuto come pioniere e leader di settore, grazie alla sua capacità di elaborare strategie processuali e soluzioni giuridiche innovative, poi divenute prassi giurisprudenziale.

Laurence Shore così commenta: “È una grande opportunità, oltre che una grande responsabilità, entrare a far parte della practice di arbitrati internazionali fondata da Antonio Crivellaro. La determinazione di BonelliErede nel guardare avanti ed essere uno studio leader nell’arbitrato commerciale e di investimenti è così avvincente da stimolarmi ad affrontare la sfida che comporta il passare da una giurisdizione all’altra. Per me è chiaro che Milano continuerà a crescere di importanza non solo come sede arbitrale, ma anche come base per assistere i clienti nella risoluzione di controversie internazionali. Naturalmente, non c’è nulla di meglio che lavorare con professionisti di talento in una law firm d’eccellenza. Con i soci e professionisti del gruppo, tra i quali mi piace annoverare Andrea Carlevaris per il successo con cui ha svolto il suo incarico in ICC, contiamo di continuare a lavorare in altri importanti casi per offrire ai clienti il meglio delle nostre capacità e risorse”.

Andrea Carlevaris così commenta: “È un grande onore e un piacere tornare a far parte di questo stupendo studio e del suo gruppo di arbitrati internazionali, in cui ritrovo molti amici e dove ho già avuto grandi soddisfazioni in passato. Sono particolarmente lieto di rientrare in BonelliErede in un momento di grande crescita della practice con l’arrivo di un professionista apprezzato e stimato a livello mondiale come Larry Shore. Sono sicuro che la mia presenza a Parigi, dove ho vissuto un’esperienza unica alla guida del Segretariato della Corte ICC, contribuirà ulteriormente alla crescita del prestigio internazionale dello studio”.

“Siamo molto contenti per l’ingresso di Laurence e il ritorno di Andrea – hanno commentato i managing partner Stefano Simontacchi e Marcello Giustiniani – Le loro esperienze rafforzano la nostra offerta, specie in una practice particolarmente importante e sinergica con il nostro processo di internazionalizzazione, come quella degli arbitrati internazionali. In Italia siamo fra i pochi ad avere un team interamente dedicato a questa practice”.